Blog: http://diario_di_borgo.ilcannocchiale.it

La voce dei poeti...Alfonso Gatto



Un fiore a Asolo

Questi fiori pungenti che la brina
di novembre inghirlanda sopra i morti
e Asolo, il silenzio che avvicina
il ricordo del sole, noi assorti
in quel nulla dolente che l'amore
lascia negli occhi.
''Qui riposa Manàra, prendo un fiore
dalla sua tomba'', e nel guardarmi tocchi
il cespo di vetrato che si spezza.
''Ero il suo bel paggetto'' tu mi dici
''mi chiamava così...'' Passa la brezza
delle memorie, passano gli amici
a dirti, amore, che non c'è dolcezza
più triste e più vogliosa dei tuoi occhi.

-A.Gatto-

Pubblicato il 2/11/2014 alle 10.35 nella rubrica La voce dei poeti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web